Nel Paese persiste la politica degli egoismi e delle ideologie, si è in presenza di politica tossica per le libertà e per la democrazia, capace di generare danno esistenziale nei cittadini esposti. Da qui la necessità di un progetto di politica alternativa per la tutela del benessere comune.

 

Giuseppe Maria Ianniello
RA N.334/150616

IMU-DAY - Domani, 16 giugno, il “Bomba” ed i suoi trombettieri insceneranno un baccanale pubblico per “celebrare” l’eliminazione (a deficit) di un tributo sulla prima casa del valore medio di 200 euro annui. Il “giovine parolaio” non perderà l’occasione per rivendicare i “meriti immaginari” del suo governo: «Una riduzione (immaginaria) di tasse che non ha precedenti per qualità e intensità nella storia degli ultimi vent'anni»... Boom! ... E buona festa a tutti. Portate anche i vostri bambini, e attenti a non ubriacarvi troppo … di chiacchiere.

IL COSTO DEI PAROLAI - È UN SALASSO DA 30 MILIARDI/ANNO
01) Aumento aliquota Tasi dello 0,8 per mille su tutte le tipologie di immobili.
02) Nessun tetto per i Comuni nella determinazione della Tari (imposta sui rifiuti).
03) Ampliamento delle categorie di imprese soggette all’Irap.
04) Riduzione delle detrazioni Irpef per i redditi superiori a 55.000 euro.
05) Aumento della tassazione sui Fondi pensione dall’11% al 20%.
06) Aumento della tassazione del Fondo Tfr dall’11% al 17%.
07) Aumento della tassazione casse previdenziali dei professionisti dal 20% al 26%.
08) Introduzione della tassazione dei proventi per i beneficiari di polizze vita.
09) Aumento della tassazione sui diritti di imbarco nel trasporto aeroportuale.
10) Aumento dell’Iva dal 10% al 13% e dal 22% al 25,5%.
11) Aumento delle accise su alcool e bevande alcoliche + tabacchi + benzina + prodotti energetici ed elettricità.
12) Aumento della tassazione sul risparmio dal 20% al 26% (inclusi conti correnti e depositi postali).

IL SOLE 24 ORE: «È stato calcolato il total-tax-rate per un imprenditore e per un professionista che lo scorso anno hanno guadagnato 100.000 euro. Il risultato è che su 100.000 euro di reddito lordo, all’imprenditore restano 35.103 euro, dopo aver pagato tra tasse e contributi ben 64.897 euro, pari al 65%. Al professionista, invece, restano 30.789 euro (- 69%)».

LA SOLITA SINISTRA: TASSA & SPENDE - Il 16 giugno c’è poco da festeggiare. Altro che Imu-day, sarà il No-Renzi-day; il primo di una serie, insieme ai ballottaggi del 19 p.v. e al referendum di ottobre. Inizia la battaglia finale per la liberazione del Paese dai parolai abusivi.